Mauro Faina's blog

School Adventures

Protected: Classwork 3B Chemistry

leave a comment »

This content is password protected. To view it please enter your password below:

Written by dago64

January 25, 2019 at 6:04 pm

Posted in back to school

Protected: Multiple Choice Questions 5B Chemistry

leave a comment »

This content is password protected. To view it please enter your password below:

Written by dago64

January 25, 2019 at 4:48 pm

Posted in back to school

Protected: Classwork 2nd B chemistry

leave a comment »

This content is password protected. To view it please enter your password below:

Written by dago64

January 20, 2019 at 7:38 pm

Posted in back to school

Protected: Classwork 4th B Chemistry

leave a comment »

This content is password protected. To view it please enter your password below:

Written by dago64

January 18, 2019 at 6:00 pm

Posted in back to school

California – day 14 – August 7, 2018

leave a comment »

È finita. Prenoto un Super Shuttle per le 4.50 am e, dopo aver raccolto alcuni travellers a San Pedro , raggiungiamo l’airport di LA. La United ha tutto automatizzato e abbiamo un problema di peso. Un gentile impiegato della United mi conferma il tutto. Pagare 200 dollari? Manco per sogno. Ci mettiamo vicino una bilancia, togliamo panni e scarpe e dopo 5 pesate raggiungiamo la soglia! 😂😂😂😂😂. Via al gate con un pochino di affanno. Abbiamo il problema della coincidenza a Chicago, solo un’ora per prendere l’altro aereo. Partiamo pure in ritardo, ma si recupera in volo e puntuali a Chicago, dove piove a dirotto e partiamo con circa 30 minuti di ritardo. Anche la United ha aerei nuovi e il 767-300 è una bellezza. Bellissima la dotazione multimediale. Il viaggio trascorre fra un film e pasti vari. A Roma (il giorno dopo)perdiamo solo 10 minuti fra discesa, controllo passport e ritiro baggage. Riprendiamo l’auto al park lunga sosta e finalmente home sweet home, anche se abbiamo trascorso 14 giorni di avventure e divertimento. Ed ora pensiamo all’anno prossimo. San Diego e Las Vegas le probabili destinazioni, ma è ancora prematuro. La costa Ovest non ha più molti segreti, ma ci rimangono il Grand Canyon e la Death Valley. Vedremo. Los Angeles, Santa Monica, Hollywood, Malibu…da visitare almeno una volta nella vita. Stay tuned guys!

Written by dago64

August 24, 2018 at 6:57 pm

Posted in back to school

California – day 13 – August 6, 2018

leave a comment »

La vacanza si avvicina al termine. Facciamo un pochino fatica ad accettare la triste verità. Ma un bel momento deve avere un epilogo e poi 14 gg sono sufficienti per visitare una buona parte di LA. Mattinata dedicata agli ultimi regali nel mall di Hollywood e ultime due corse con il mitico bus 217 per raggiungere Farmers’ market e Whole Foods. Il 10 agosto è la prima di The Meg e hanno bloccato parte del viale per preparare la scenografia che accoglierà la parata degli attori. Il tutto davanti al Chinese Theatre. Molto hollywoodiano. Questo The Meg, fra l’altro, non mi sembra il massimo. Ma lo sforzo pubblicitario è imponente. Addirittura auto strane a tema ed entrata in un tunnel sottomarino. Un intero set allestito per l’occasione. Imponente sforzo, but that’s Hollywood. Hollywood boulevard brulica sempre più di persone, turismo di massa all’ennesima potenza. Il Walk of Fame è pieno di persone che scattano foto…ma che cosa ci troveranno a scattarsi foto vicino una stella con un nome di un personaggio dello spettacolo? Nulla di originale. Qualcuno si legge tutti i nomi…as u like it! Ci sono molte telecamere e troupe che intervistano. Siamo nella patria di questa fabbrica di sogni e si vede. Comunque alla fine questa concentrazione di folla e divertimento si accetta e far parte del caos ogni tanto va bene. Definiamolo turismo nazional popolare. Comunque il ns albergo (Loews, raccomandato!) risulta in posizione strategica per raggiungere ogni punto di LA grazie a metro e autobus. Il Mall risulta utilissimo per lo shopping e qualsiasi necessità ( hanno aperto proprio in questi giorni un Wahlgreen 24h). Domani si riparte. Sarà come al solito un lungo viaggio di ritorno velato di tristezza.

Written by dago64

August 23, 2018 at 3:57 pm

Posted in back to school

California – day 12 – August 5, 2018

leave a comment »

Tipica domenica da Angelinos. Dove si va? Ovvio a Santa Monica e nei vari parchi lungo l’oceano e a passeggiare lungo la terza strada. Questa volta scegliamo di raggiungere la Sabaudia dei Californiani con la metro. La Expo Line che va a Santa Monica è nuova, funzionale e viaggia in superficie. Un must e soprattutto con la nostra ormai amica tap card, che ci permette di girare mezza Los Angeles a 25 dollari a week. La metro attraversa la parte ovest di LA costellata di zone residenziali non tutte di alta qualità, anzi. Santa Monica è veramente affollata, ma le spiagge sono così vaste che accolgono tutti. I negozi sono di qualità e il pier ribolle di vita, suoni e spensieratezza. Una tipica domenica al mare della California. Ehi, muscoli ovunque. Splendidi uomini abbronzati e palestrati, soprattutto nella parte dove si trova una mega palestra a cielo aperto. Anelli, sbarre, corde e spazi per gli esercizi sono a disposizione di tutti. Campi di pallavolo a perdita d’occhio. Insomma i Beach Boys sono proprio di queste parti. Non dimentichiamo i surfisti, che hanno le loro basi verso Malibu e Zuma Beach. Uno spettacolo, comunque. È proprio come nei tipici film girati da queste parti! La giornata scorre in fretta purtroppo. Alle 4 circa riprendiamo il trenino per Hollywood. Tralascio gli incontri con homeless, disperati e mezzi delinquenti. Basta non farci caso, ma qualche volta un pochino d’insicurezza sale. Per esempio abbiamo fatto il viaggio di ritorno con Gonzales ( nome di fantasia) tatuato ovunque, con bottiglia di gin nella retina, musica ad alto volume proveniente dal cellulare tenuto sulla spalla e abbigliamento tipico da delinquente messicano con catenoni e canottiera. Infatti con noi salgono anche due poliziotti che gli intimano di spegnere il cellulare. Tralascio i soliti mendicanti e homeless. Ne trovi almeno tre per carrozza. La metro, comunque, è frequentata da ispanici, neri, disperati e quei turisti che vi si avventurano. Pochi bianchi americani. Ho l’impressione che i bianchi americani usino tutti la macchina. Stay tuned!

Written by dago64

August 22, 2018 at 3:41 pm

Posted in back to school