Mauro Faina's blog

School Adventures

Back to the past…

with 2 comments

Commento sprezzante da parte di Serena riguardo al comportamento che tenni da giovane….e ha ragione!!! Imperdonabile….e vediamo come riuscii a rimediare. Ci eravamo lasciati con il drammatico ritorno della domenica sera, dove Simona mi accolse con rabbia e tristezza. In ogni caso le diedi appuntamento l’indomani nel pomeriggio e cominciai a riflettere (un pochino in ritardo…sempre più cretino) su quanto le avevo combinato. Lunedì pomeriggio passai a prenderla e trascorremmo la giornata con il sottoscritto che cercava di giustificarsi e che avrebbe compreso se lei avesse deciso di troncare la storia. Beh, diciamo che Simona mi perdonò e in ogni caso le raccontai tutto (anche dei flirt) e cercai di farle capire di non buttare tutto a mare per il mio stupido comportamento. Avevo comunque perso in parte la sua cieca fiducia e sarebbe dovuto trascorrere molto tempo prima di riguadagnarla. I mesi successivi tracorsero tranquilli, ancora avevo dei momenti stupidi (della serie mi giravo a guardare altre ragazze mentre stavo con la Simo) o meglio da deficiente, ma piano piano cominciai a capire cosa era veramente voler bene a una persona e a conoscere almeno in parte un amore chiamiamolo vero…Diciamo che Simona mi aiutò a maturare in tal senso e malgrado avesse circa 4 anni e mezzo meno di me, mi dava veramente un distacco abissale sotto il punto di vista dei sentimenti. Arrivò così dicembre, mese di festa, ma per mauretto anche mese di decisioni. Erano passati circa sei mesi da quel lontano 5 luglio e Simona mi chiese di andare a pranzo dai suoi……accidenti non ero preparato e in ogni caso dissi di si . Mi sembrava un fatto importante, in quanto solo la madre di Simona sapeva di me, mentre il padre era molto geloso e soprattutto severo (Simona gli diceva che usciva con le amiche). Accidenti, chissà come avrebbe accolto questo disgraziato da 4 soldi!! E venne il fatidico giorno. Una domenica di dicembre salii le scale della palazzina e arrivai di fronte la porta. Non suonai subito. Ci pensai un attimo: suono o non suono? No, ma dài, torno indietro e se ne riparla……ma cosa stai facendo? Poi cosa le racconti? Che hai rinunciato? Insomma passa qualche minuto e poi il dito (che nel frattempo di era fatto molto pesante e rigido) si posò sul campanello. Andata!! Ora sei fatto, caro mauretto, vediamo cosa succede!! L’impatto fu un pochino traumatico. Il padre era di poche parole e tutti mi studiavano. In ogni caso la mia parlantina e la mia verve (senza tralasciare il mio fascino!!! Ma che modesto…) ebbero sucesso. L’atmosfera si stemperò e il giovane studente universitario aveva trionfato (ma siamo sicuri?). Ormai ero il cosiddetto fidanzato ufficiale e passai le feste di Natale a conoscere la famiglia di Simona (per la cronaca i suoi familiari sono di Terracina e Fondi…). Non so perchè, ma ormai ero nella cosiddetta trappola. Mi consideravano un fidanzato ufficiale e mi accolsero come un vero parente. Ero passato da libertino e scapolo a ingabbiato e ammanettato nel giro di poco tempo. Però non mi ci trovavo male. Quel primo anno da “fidanzato” mi fece però capire tante cose e anche se Simona aveva la maturità e da brava secchiona studiava tutti i pomeriggi, imparai ad apprezzarla e lo vogliamo dire: ad amarla!! Non avrei fatto più nulla che avrebbe potuto deluderla……..alla prossima puntata e a richiesta continuerò a raccontare di quanto successe dopo il 1987…..penso che ormai tipo romanzo autobiografico, racconterò la mia vita con ironia e senza falsità…..

Written by dago64

December 6, 2006 at 7:24 pm

Posted in Uncategorized

2 Responses

Subscribe to comments with RSS.

  1. cosa accadde nel 1987??beh a parte la mia nascita!!!!caro Prof. sua MOGLIE doveva essere ed è una SANTA!!!cotta al punto giusto!!!mah,che dire VOI uomini 1 nè pensate e 100 ne fate!!!poverina/e!! mai fidarsi della puntualità di un uomo,anzi di uno che se la tira!!che ha molte”pischelle” che gli ronzano intorno!!!mai!mai!FIDARSI!!!?SBAGLIO?adesso a 42 anni quindi dopo 20 anni,è orgoglioso di aver suonato quell’ inutile campanello!!!!cervello da………….!!!!si comportò proprio come un IDIOTA!!!!vede che nn sbagliavo sul suo essere STRANO!!

    federica5bcl

    December 6, 2006 at 8:55 pm

  2. ribadisco che è stato proprio uno stronzetto con la povera innamorata…sono proprio curiosa di sapere come sarebbe andata la sua vita se non avesse suonato a quel campanello…avrebbe continuato a fare lo stronzetto con tutte fino all’eta di 50 anni?…ringrazi sua moglie

    serena

    December 10, 2006 at 2:21 pm


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: