Mauro Faina's blog

School Adventures

Farewell to my students

with 8 comments

Beh, Serena mi esortava a scrivere e altri studenti si chiedevano quando avrei postato qualche altro messaggio. Ho atteso qualche giorno dai festeggiamenti dei 100 giorni proprio per fare un resoconto di questa mi avventura con le classi quinte di questo liceo (avventura che si può considerare finita). Devo confessare che sono stato molto felice di partecipare al lieto evento e ho avuto modo di parlare con tanti di voi, cercando di essere spiritoso e allo stesso tempo concreto (ehi, il teacher deve salvaguardare la sua immagine, già tanto depauperata!!!). Ho cercato poi di avere una sorta di contatto con queste 3 quinte a cui bene o male sono stato vicino. Facciamo un resoconto dell’intera giornata, partendo dalla mattina e fare un analisi dal mio punto di vista. Arrivo a scuola a metà mattinata, splendida giornata di sole e pensavo fra me e me: chissà come andrà questo macpi100…..staremo a vedere. Chissà come si sono conciati!!! E naturalmente non faccio in tempo a parcheggiare che mi vedo il caloroso gruppo del VG, con i peggio vestiti. Direi ragazzi fra i pinguini e i mafiosi, mentre le ragazze cercavano di fare le donne adulte con le loro eleganti divise da fanciulle in cerca di marito (già so che questa battuta scatenerà delle rappresaglie). Rimango stupito di fronte a certi spettacoli, ma allo stesso tempo sono contento di vedere soì tanta allegria. Un pochino frastornato (sapete parlare con 50 ragazzi in contemporanea it’s not easy) entro a scuola, dove incontro anche i cari ragazzi/e del Vb classico. Stessa atmosfera, ma subito capisco che dovrò sdoppiarmi per non deludere nessuno: sono troppo distanti dal VG e caratterialmente diversi (ma poi mica tanto). Chiaramente colpisce Matteo con la cravatta di Paperino e rimango sorpreso anche dall’eleganza di molte. Complimenti a tutti. Ho anche il piacere di avere un contatto con il VA, classe che purtroppo non ho saputo diciamo capire e che forse è il mio principale cruccio di quest’anno. E’ chiaro che non si riesce a stare simpatici a tutti, ma accidenti non ho fatto nulla per farmeli diciamo nemici (in ogni caso non sono dei nemici, hanno il loro carattere e nutrono una profonda diffidenza nella classe docente…). Spesso noi professori cerchiamo una sorta di riconoscimento morale, ma da loro nulla, anzi…è come se gli scivolasse addosso chiunque. Però li giustifico e tutto sommato mi pare di non averli mai delusi (almeno spero). Clou della mattina la foto o le foto di rito. Comincio con il mio VG e qui, rimbabito dalla voce di Flavia che praticamente mi lacera un timpano (povero fidanzato), riesco a posare e a impreziosire la loro foto (scusate la modestia!!!). Classe e personalità vanno a far parte del gruppo (spero che abbiano un riflesso positivo, altra note di modestia!!!). Dopo le 12 fatiche d’ercole con il VG, passo all’altro gruppo gaudente e amabile, il Vbcl. Wow, anche qui si fatica a trovare la giusta posa e naturalmente la foto con me vale oro, da catalogo figurine!! (altra pillola di modestia). Fotografo che cerca una sua dimensione e la fatica di trovare una posizione consona alla scuola (della serie, i pensatori del 2007)…nulla da fare, ma penso il risultato sia lo stesso buono. Lieto anche di poter partecipare alla foto del VA, in cui chiedo ai ragazzi se vogliono che partecipi al loro ritratto. Ehi, hanno detto si…che conquista, ma tutto sommato penso poi: non potevano dire di no….ho fatto l’imbucato!! Spero non sia così perchè ormai li conosco tutti abbastanza bene. Alla fine della tragicomica foto, devo fare lezione dai miei ragazzi del pedagogico. Se ne fa poca, vengono a trovarmi in tanti e soprattutto quelli del VG e VB….alla fine avrò fatto dieci minuti di lezione!! Potenza del macpi100 (qui a Latina poi non si festeggia in questa maniera..chissà)…. Chiedo poi a qualche donnina del VG dove sia la Capannina e chiedo a un gruppetto di accompagnarmi. Non ci pensano due volte (c’è gente che pagherebbe) e si fiondano in macchina con me!! A parte gli scherzi le ringrazio pubblicamente anche se avrebbero dovuto pagare per il passaggio (risatina…). Naturalmente non tralasciano di farmi lavorare (acquisto per le ragazze ricarica wind) e prendiamo la direzione Capannina, con mercedes che mette la radio a tutto volume, e prendendo la mia auto per una discoteca. Vado indietro di almeno 15 anni!!! Incredibile!!! Arrivo alla Capannina e naturalmente mi siedo al tavolo dei prof (con il gruppo gaudente e simpatico dei prof di ginnastica, scusate ma sono i migliori e rispecchiano il mio spirito). Normali convenevoli, si consuma l’antipasto e poi vado a brindare con tutti gli alunni. Vado dal VG e qui, devo dire che ormai alcuni hanno gettato al vento la cravatta e le donne si sono tolte le calze….non hanno ancora lo spirito adatto per le divise. Un primo brindisi alla grande e sono contento di vederli così felici. Stessa musica con l’altro amato gruppo del V classico e invece più misurati quelli del VA scientifico. In ogni caso va a tutti loro il mio augurio. Non sto a elencare i coretti, le scorribande di tutti gli allievi per il locale. Una vera festa…complimenti!!! Dimenticavo la guerra dei ghiaccioli, di cui rimango vittima . Mi vendicherò appena potrò!!! Fra una portata e l’altra si esce anche in spiaggia e qua abbiamo il chaos (in inglese) più completo. Tutti cercano di spettacolarizzare l’evento, ma direi che il clou è la grazie in cui la Flavia si toglie le calze e corre verso il mare….veramente da personcina di classe……censura!!!! Direi che la vera caporiona del VG è proprio la Flavia e i ragazzi li vedo vittime. Anche la “dolce” Martina si dà da fare, ma è più compassata. Dimenticavo Eleonora, sempre misurata, ma a cui non sono riuscito a fare la doccia. Francamente non ne ho il coraggio, mi dispiacerebbe bagnala tutta e mi faccio prendere dalla tenerezza. Rimando anche questa vendetta….troppo buono. Foto a iosa anche con il Vbcl, dove scendo veramente a livelli impensati, gridando W L’imbucato, con il tizio davanti ai nostri occhi…certo che sto diventando stronzo!!! Ma se l’è meritato e mi ha dato veramente fastidio quanto ha fatto. Penso che mi sta antipatico al naturale…per non dire qualche cosa di più offensivo. Dimenticavo, perdo cento punti facendomi trascinare nel solito trenino da balera…..erano anni che non sfilavo così in maniera cialtronesca!!! Lentamente la festa si spegne, ho piacere di parlare con molti ragazzi e ragazze e cerco di trovare un consiglio costruttivo per tutti loro. Posso solo dire una cosa per concludere questo breve resoconto. In qualche modo voglio bene a tutti quanti, certo a chi più e a chi meno, ma apprezzo tutti. E’ un peccato non avere nessuna di queste classi alla maturità e soffro all’idea che questa giornata è stata l’ultima che ho trascorso con loro. Si, devo riconoscere che tornando a casa, mi dicevo: bene, parola end a questi quinti, li incontrerai poco o nulla, e anche se avrai occasione di incontrarli, questo è stato l’ultimo giorno in cui sei stato a stretto contatto. Questa è la scuola, questa è la vita, ma i bei momenti durano veramente poco e l’importante è viverli nel migliore dei modi. Ho dato tanto alla scuola (credetemi), ma tanto in valore umano ho ricevuto. Sono felice di essere almeno in parte amico e un piccolo modello per tutti questi ragazzi che condividono spesso con me i loro timori e i loro dubbi. Certo, non con tutti riesco a relazionarmi in maniera corretta e costruttiva, ma lo vorrei. So che non lo fanno per un mero calcolo e probabilmente hanno fiducia. Spero che questa fiducia non sia mal riposta. La dimensione del professore è veramente unica se si riesce ad avere un tale rapporto con gli studenti. Bene ragazzi del liceo è giunto il momento di un commiato ufficiale, ma a differenza di questa cronaca, non voglio dilungarmi. Forse un giorno le nostre strade si incroceranno, ma per il momento dal più profondo del cuore un bocca in lupo a tutti e che dire: Vi voglio bene. E cito tutti per nome, in maniera tale che questo momento sia una sorta di firma in calce a tutti i bei momenti trascorsi insieme: Gianmarco, Davide, Simone, Gianluigi, Jonathan, Mirko, Matteo, Matteo, Alessandro L., Alessandro M., Eleonora, Martina, Martina T., Flavia, Monica, Angela, Angela F., Alessia, Manuela, Mercedes, Valeria, Marilena, Agostina, Florinda, Giordana, (VG) Martina, Matteo, Claudia, Valentina, Serena, Agata, Andrea, Luigi, Roberta, Maria Cristina, Marta, Nicoletta, Claudia C., Deborah, Federica (VBcl), Marco, Valentina, Marushka, Benito, Manuel, Donato, Matteo, Silvio, Daniele, Laura, Attilio, Federica, Valentina C., Simone, Andrea, Guido, Roberta, Alessandra. Questo per dirvi che non dimentico mai nessuno e perdono se nella fretta non avessi citato qualche nome. E il farewell to my students è un dolce addio…

Written by dago64

March 16, 2007 at 9:20 pm

Posted in farewell

8 Responses

Subscribe to comments with RSS.

  1. che dire?semplicemente grazie!M.cristina

    Anonymous

    March 17, 2007 at 1:54 pm

  2. i suoi commenti sn sempre molto belli ed emozionanti…il macp è stato divertente,importante ma anche triste…perchè stiamo x finire e probabilmente le strade si divideranno..la scuola è una vera caccchetta sotto certi aspetti,tipo il fatto dell’imbucato,ma una cosa ha fatto di buono,farmi conoscere persone speciali cm i miei compagni o il prof d’inglese…spero che dopo il liceo un giorno le strade possano riunirsi ma se nn dovesse succedere allora la ringrazio per averci aiutato,e ed essersi posto cm amico….lei è il numero uno…ah cmq dimenticavo agata ha preso la patente ed è bravissima…bella prof saluti sua moglie..ci becchiamo a scuola o stasera a terracina se viene da queste parti…

    serena

    March 17, 2007 at 2:01 pm

  3. ehilà prof sono andrea… ohw! che caro che è stato… comunque che tistezza immane…. mi toccherà inviarle le foto prima o poi… quelle del pranzo sono epocali… quelle della sera un pò meno ma c’è un rokkarina spettacolare… a ristentirci! e non sparisca di nuovo come nei mesi passati! hasta… luego! pensava la victoria ve? ehehhe ciao ciao

    i Nullafreganti

    March 17, 2007 at 3:08 pm

  4. Prof. è la prima volta che faccio un commento, ma a Giulia “non gli e ne teneva” di scrivere così gli e lo dico io: visita il nostro Blog, “http://www.cirotoliamo.blogspot.com”?! ci farebbe piacere che qualcuno legga ciò’ che scriviamo!!!A lunedìPaola M. 1A Ped

    Anonymous

    March 17, 2007 at 9:01 pm

  5. proooooooooooooooofffffffff…se la sua macchina è una discoteca, beh sarebbe ora!!! tutta nera…sporca x di +!!! noi bratz, la rendiamo allegra!! e poi?? ma quante arie ke si tira!! prima fa quello ke si diverte e poi fa tutto il perfettino!!! cmq sn ago, la regista, al quale un commentino…in fondo nn tutti hanno una regista cm me!!! cmq, bel post, lo aspettavo da giorni!!! baci ago!! p.s. ma xke ci punzecchiamo sempre noi due??

    Anonymous

    March 18, 2007 at 11:12 am

  6. cmq la cravatta era di paperinA il che la rende ancora più epocale…professò che toni apocalittici…ch’è successo? parte per un viaggio? Si trasferisce a Cuba, nel paradiso del socialismo reale?

    Matteo, mica bruscolini

    March 18, 2007 at 3:15 pm

  7. Ehi ciao prof la filosofa della classe nn poteva mancare a qst diciamo ultimo incontro..Nn voglio dirle nn ci perderemo di vista xke sarebbe ipocrita xo posso dirle ke ci ha regalato tanto e nn dico sl cose materiali ma tante tante emozioni..nn so cm lei abbia passato i suoi anni di liceo e se si ricorda ancora dei suoi prof ma io nn sono abituata a dimenticarmi degli amici e siccome prima ke un prof lei è stato sempre un amico leale nn mi dimenticherò di lei..è libero di nn crederci xo se in un giorno lontano ci dovessimo rincontrare mi interroghi su cio ke facevamo a scuola cn lei e io prenderò 10..forse l’unico in tutta la mia vita..Scherzi a parte ora nn voglio scrivere una frase fatta ma i momenti belli passano in fretta si sa ma l’importante è ke nn si dimentichino mai,forse tra un po di anni saranno accantonati ma basterà una parola un gesto a ricordare i momenti magici e a far ritornare il sorriso..Tra un po scenderanno un po di lacrime sul nostro viso xkè arriverà il tempo di dividerci ma godiamoci il tempo ke rimane e divertiamoci..Prof dopo tutto qst nn posso ke dirle un GRAZIE SINCERO x i pipponi sulla vita ke ci ha fatto,forse qnd saremo più grandi ci ripenseremo e diremo:Quel prof aveva ragione..”a presto prof è un grande e le vogliamo bene da tutto il suo 5G..nn si dimentichi di noi MAI..PS:ci deve l’ultima sfida a pallavolo..un bacione Martina

    Anonymous

    March 20, 2007 at 6:04 pm

  8. ciao prof! E’la prima volta che scrivo sul suo blog,in realtà non volevo abbassarmi a questo livello(scherzo..),volevo comunque lasciare un mio commento.la giornata del macp100 è stata bellissima, anche se aspettavo con ansia una mega rissa tra lei e “l’imbucato”,che io proprio non sopporto.Lei è stato carinissimo con noi, le mancheremo vedrà vedrà….. un saluto affettuoso da Martina vcl B

    Anonymous

    March 26, 2007 at 8:34 pm


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: