Mauro Faina's blog

School Adventures

Normandia 2011 day 1

leave a comment »

Gli amici sanno gia’ della levataccia mattutina per prendere il volo ryan air da ciampino. Il primo problema che ci si presenta e’ passare il peso valige, ma a forza di pesare e spostare, l’operazione va felicemente in porto. Come al solito film al metal detector. Simona non passa a causa dei suoi stivali oaks ed e’ costretta a rimuoverli. Uno stivale di qui e uno di la’ , alla fine si convincono della sua totale estraneita’ al gruppo terrorista svedese di destra e la fanno passare. Anche Loris ci mette del suo e blocca la fila causa cintura. Beh, e’ andata! Colazione con ticket restaurant offerti dalla bpl e imbarco immediato. Compagnia low cost uguale il primo meglio alloggia e direi che alloggiamo bene. Due ore di volo in compagnia di uno steward cugino di mastrandrea Valerio, costretto a vendere gratta e vinci e sim card al povero viaggiatore. Tutto perfetto a Parigi beauvais, dove in poco tempo rientriamo in possesso dei bagagli. Ora manca la macchina. Hertz ci sponsorizza e ci da’ una opel astra . Cominciamo le comiche. Il noleggiatore, stile impiegato francese giovane, minuto, ma gentile ci assegna la macchina parcheggiata al numero 50 . Andiamo al numero 50 , ma tutto c’è tranne la nostra auto. Ci disperdiamo per il grande parcheggio e finalmente troviamo l’auto al posto 8. Mmm l’astra e’ a benzina e ci stiamo stretti. Torno da patrick (nome di fantasia) e gli chiedo il cambio. Molto gentilmente ci offre una peugeot 308 nuova. Ma vieni. Partenza per la Normandia, passeremo anche per le havre e l’avveniristico pont de normandie. Accidenti quanto costano le strade qui in Francia! Pero’ l’impatto con il nord della Francia e’ positivo. Molto verde ovunque, ordine e architettura diversa dal sud Europa con tetti spioventì, i famosi colombage e fiori ovunque. Bello. Le havre non e’ nulla di che. Il grande porto francese non presenta nulla di caratteristico. Se ne puo’ fare a meno . Il lungomare, comunque, pur se privo di fascino, si presenta pulito e ordinato. Ci lasciamo le havre alle spalle per percorrere tutta la costa dei fiori. Attraversiamo il colossale pont de normandie in compagnia di grupponi vacanze inglesi e francesi per raggiungere la deliziosa honfleurs. La definirei la taormina di questa costa . Una tipica cittadina piena ancora di edifici risalenti al medioevo e al rinascimento. Negozi e luoghi caratteristici ovunque, una chiesa dell’anno mille, un porticciolo turistico , locali per gustare le cozze alla crema, specialita’ di queste parti, completano il veloce quadretto di un paese che deve essere inserito in ogni serio tour di queste parti. Facciamo tappa poi a pegasus bridge, che solo accenno in quanto dovremo ritornarci. Poi, stanchi e logori , decidiamo di dirigerci all’albergo, localizzato a colleville sur mer, proprio dietro la spiagga piu’ sanguinosa dello sbarco: omaha. L’albergo si chiama l’oustriere e si presenta con camere pulite, nuove e curate. La piscina completa la struttura che ci ospitera’ fino a sabato. Ormai sera e con molte ore di autonomia alle spalle, ceniamo al ristorante l’omaha a base di pesce . Passo e chiudo. Domani tappa a caen.

Inviato tramite WordPress for BlackBerry.

Written by dago64

July 31, 2011 at 9:02 pm

Posted in vacanze

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: